Informativa
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie

OkClose

GUIDE & CONSIGLI

Guide & Consigli

HOME » Guide & Consigli » Guide & Consigli » Scegliere una stufa

Scegliere una stufa

STUFA A LEGNA

Che cos'è una stufa a legna?

Le stufe a legna appartengono alla categoria delle stufe a combustibile rinnovabile poiché rispettano gli equilibri ambientali. L'emissione di anidride carbonica, infatti è minima. Sono ideali per riscaldare ambienti fino a 120 mq. E non necessitano di grande manutenzione.

Una stufa a legna è composta da:
- focolare (in ghisa o in materiale refrattario) dove si brucia la legna
- rivestimento esterno che può essere in metallo, ghisa, piastrelle o maiolica.

Regole d'installazione.

Ogni stufa necessita di un collegamento alla canna fumaria per l'espulsione dei fumi è consigliabile una presa d'aria esterna. E' vietato l'utilizzo della stufa in ambienti dove esiste una caldaia a tiraggio naturale, una cappa d'aspirazione, delle pompe di calore o dei condotti di ventilazione.

Cosa sapere per scegliere bene.

La stufa bruciatutto economica consente l'utilizzo di vari combustibili: legno, mattonelle di carbone, ecc.
Stufa a legna decorativa, è una stufa che funziona esclusivamente a legna e permette di riscaldare ambienti ampi ed ha un'importante funzione decorativa.

Le stufe a legna sono disponibili con un'ampia scelta di rivestimenti, dal più semplice, come il metallo, al più pregiato, come la maiolica.

Sono disponibili stufe, nella versione con piano cottura (scaldavivande) e/o forno, che utilizzano il calore prodotto dalla combustione per la cottura delle vivande. Alcuni modelli sfruttano il processo della post combustione che aumenta la resa termica della stufa pur mantenendo il vetro pulito.

STUFA A PELLETS

Che cos'è il pellets?

E' un prodotto derivato dagli scarti di lavorazione dell'industria del legno che non contiene sostanze inquinanti (colle o plastiche) ma eco-compatibili.

Le stufe a pellets offrono alcuni vantaggi rispetto a quelle a legna:

  • un consumo nettamente inferiore grazie all'elevato potere calorico del pellets.
  • non si deve disporre di un ampio spazio per poter stoccare il pellets.
  • hanno un'autonomia di funzionamento di circa due giorni grazie al serbatoio che autoalimenta la stufa.
  • sono programmabili.
  • si può impostare la temperatura che si desidera.
  • sicurezza: dotata di dispositivi di sicurezza e segnali di allarme in caso di anomalie.

Le stufe a pellets, tuttavia, richiedono una pulizia frequente ed accurata.

STUFA A INSERTO

Che cos'è un inserto?

E' un corpo di riscaldamento in metallo con il focolare interno in ghisa. L'inserto oltre a riscaldare per irraggiamento come un caminetto aperto tradizionale, è dotato di un dispositivo elettrico di ventilazione che propaga il calore per convenzione forzata. Questa tecnologia eleva il rendimento dell'inserto al 70%, contro il 25% di un camino aperto tradizionale. Quindi con la stessa quantità di combustibile, ottenete un calore triplo.

E' l'ideale da inserire in un vecchio camino da ripristinare. E' consigliato per riscaldare ambienti fino a 100 mq. In caso di nuove installazioni, può essere abbinato ad un rivestimento.

Cosa sapere per scegliere bene:

Ventilazione forzata, tutti i nostri inserti sono dotati di un kit per la ventilazione elettrica che propaga il calore per convenzione. Molti modelli prevedono la possibilità di canalizzare l'aria calda in ambienti adiacenti. Un inserto a ventilazione forzata può riscaldare più stanze di una casa.

Centralina, i nostri inserti sono dotati di una centralina di controllo. La centralina grazie ad una sonda termica, posizionata nel condotto dell'acqua calda, inserisce automaticamente la ventilazione forzata, al raggiungimento di una temperatura
minima di 50° C. I modelli dispongono di un termostato che vi permette di attivare la ventilazione che può essere regolata in 2 velocità secondo le necessità.

Combustibile, per il funzionamento corretto e in tutta sicurezza di un inserto, si deve utilizzare legna e non legname di recupero che, contaminato da sostanze chimiche, può alterare il funzionamento di un inserto e determinare uno sprigionamento di fumi nocivi, il consumo dell'inserto è di ca. 3/4 Kg di legna l'ora.

Prima di acquistare un inserto è necessario valutare dove installarlo. Un inserto deve essere posizionato in corrispondenza di una canna fumaria o dove è possibile realizzarla. Se desiderate ripristinare un vecchio camino aperto con un inserto, e ' importante che prendiate la misura della bocca e dell'interno del camino e che la canna fumaria esistente sia idonea allo smaltimento fumi.

STUFA A GAS

Perché una stufa a gas?

Innanzitutto perché è una stufa sicura. E' inoltre maneggevole, leggera, poco ingombrante e si sposta dappertutto senza problemi non necessitando di un collegamento alla canna fumaria. La stufa a gas è sempre più presente in ambienti medio piccoli (fino a 35 mq.) e ben areati. Normalmente sono utilizzate per uso interno, ma sono disponibili anche quelle per uso esterno (i termofunghi).

Le stufe a gas sono alimentate da bombole a gas GPL. Normalmente sono dotate di una valvola che in caso di spegnimento accidentale della fiamma pilota, o se la percentuale di anidride carbonica supera l'1,5% interrompe immediatamente il flusso del gas, grazie a due dispositivi di sicurezza.

Le stufe a gas si dividono in due categorie: infrarossi (concentrano il calore nella parte centrale della stufa), catalitica (frantumano il gas in piccole particelle su tutto il pannello catalitico in alluminio trattato, garantendo così una diffusione più ampia senza fiamma esterna). E' consigliabile aerare il locale ogni 2-3 ore.

STUFA A PETROLIO

Perché una stufa a petrolio?

Perché è una stufa che permette di riscaldare ambienti fino a 90 mq. Ha un'autonomia che può raggiungere le 24 ore e lo stoccaggio del combustibile richiede uno spazio limitato. E' inoltre pratica, funzionale e si sposta dappertutto senza problemi poiché non necessita di un collegamento alla canna fumaria.

Che cos'è una stufa a petrolio?

E' una stufa che utilizza un combustibile liquido, inodore ed incolore. La sua sicurezza è garantita dalla combustione che avviene a 1200° C. ed elimina anche i gas incombusti. Questo processo garantisce un rendimento del 100% ed una combustione pulita.

La stufa a petrolio non necessita di una canna fumaria ma si consiglia di aerare il locale ogni 2-3 ore. In caso di ribaltamento la stufa è provvista di un dispositivo che la spegne immediatamente.

Cosa sapere per scegliere bene.

Ci sono tre tipi di stufe a petrolio.

  1. A stoppino sono a regolazione manuale e indicate per ambienti fino a 35 mq. ca.
  2. A doppia fase di combustione, hanno il vantaggio di bruciare il combustibile in due fasi, permettendo la riduzione dei consumi e migliorando la resa termica della stufa, sono consigliate per ambienti, fino a 45 mq ca.
  3. Elettroniche permettono di regolare la temperatura, sono provviste di un timer per la programmazione dell'accensione e sono provviste di ventole. Hanno la superficie esterna fredda antiscottatura. Sono consigliate per ambienti fino a 90 mq.
È sicura la stufa a petrolio portatile?

Le nostre stufe a petrolio sono dotate di efficienti sistemi di sicurezza: - in grado di spegnersi o addirittura di non accendersi quando le condizioni ambientali non sono sicure - dotate di un sistema antiribaltamento in caso di urto - il sistema di controllo Air Sensor provoca l’immediato spegnimento della stufa in caso di malfunzionamento.

LA STUFA A INFRAROSSI

  • emette onde infrarossi direzionate solo dove serve senza sprechi
  • ha un effetto riscaldante immediato a zona
  • indicata per l’utilizzo al chiuso e all’aperto in ambienti ampi come palestre, piscine, capannoni, bar, taverne, laboratori e tutti gli ambienti domestici.
  • manutenzione limitata alla pulizia parabola e/o vetro
  • alto rendimento basso consumo: consumo 1,3 KW resa 2 KW

DOMANDE FREQUENTI SULLE STUFE

COSA OCCORRE VERIFICARE PRIMA DI ACCENDERE UNA STUFA?

Periodicamente e in particolare nei giorni che precedono l'accensione della stufa, è indispensabile attenersi ad alcune norme che garantiscono la sicurezza individuale e il corretto funzionamento del dispositivo. Ogni 2 anni fate controllare l'impianto fumario da personale qualificato (ad esempio uno spazzacamino).
Prima che la stufa venga accesa controllate che la camera di combustione ed il cassetto raccogli-cenere siano puliti.
Verificate inoltre che il tiraggio della canna fumaria sia ottimale: bruciate qualche foglio di carta nella parte bassa della stufa ed assicuratevi che la fiamma tiri in direzione dell'apertura della presa d'aria.

COME SI ACCENDE CORRETTAMENTE UNA STUFA?

Inserite nella camera di combustione alcuni tronchetti di legna stagionati e secchi: diversamente dalla legna più umida e resinosa, infatti, questi causano minor fumo ed emissioni di gas e non alterano il tiraggio degli apparecchi.
Sistematene uno strato longitudinalmente ed uno trasversalmente e facilitate il passaggio dell'aria separandoli di qualche centimetro l'uno dall'altro.
Tra un tronchetto e l'altro inserite dei rametti secchi che facilitino la combustione, alcuni fogli di carta appallottolati e gli appositi accendi-fuoco per stufe e camini. Quindi aprite le prese d'aria e le saracinesche del tiraggio ed accendete il fuoco. Quando la legna ha preso fuoco, regolate l'aria in modo che i tronchetti brucino a fiamma alta. Aggiungete legna solo quando più della metà della pria carica si è bruciata.

Il tiraggio della canna fumaria può non essere ottimale a causa dell'aria fredda che si accumula al suo interno in caso di bassa pressione atmosferica, umidità o vento forte. Ance se la stufa resta inutilizzata a lungo può facilmente formarsi uno strato di umidità nella canna fumaria. In questo caso tenete aperti gli sportelli della stufa in modo da consentire la circolazione dell'aria.

DOVE SI UTILIZZA UNA STUFA RADIANTE?

La stufa radiante o "a fungo" è un sistema di riscaldamento per spazi esterni, studiato per locali pubblici, bar, ristoranti, pub, hotel ma anche per case private con giardino, terrazzi, tendoni e porticati. E' un efficace accorgimento che consente di godere degli spazi aperti anche quando le temperature sono poco elevate, diventando, allo stesso tempo, un interessante complemento d' arredo per l'ambiente. La tipologia ad arco, in particolar modo, arricchisce lo spazio con la sua forma singolare, studiata per emanare calore dall'alto su di un tavolo, e per evitare l'ingombro del corpo del dispositivo

COME FUNZIONA UNA STUFA RADIANTE?

La stufa radiante è alimentata da una bombola gpl contenuta nel corpo e si aziona attraverso una valvola di accensione piezoelettrica. In caso di rovesciamento della stufa, una valvola meccanica "anticaduta" presente all'interno del corpo di alcuni modelli inibisce la fuoriuscita del gas garantendo la sicurezza delle persone e dell'ambiente circostante. La stufa " a fungo" distribuisce calore ad alte temperature attraverso un sistema di irraggiamento: è quindi consigliabile che l'installazione avvenga a distanza di sicurezza da tende, divani ed altri elementi facilmente infiammabili.