Informativa
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie

OkClose

GUIDE & CONSIGLI

Guide & Consigli

HOME » Guide & Consigli » Guide & Consigli » Le termostufe a pellet

Le termostufe a pellet

QUALI FUNZIONI POSSIEDE UNA TERMOSTUFA A PELLET

Una termostufa a pellet costituisce un'alternativa alla caldaia tradizionale: allacciata all'impianto termoidraulico esistente consente di riscaldare attraverso i termosifoni tutta la casa. Non necessita di alcuna canna fumaria, ma di un semplice condotto fumi ed è dotata di una caldaia e di una pompa per convogliare l'acqua riscaldata attraverso i termosifoni dell'abitazione. Qualora ci fosse l'esigenza, la termostufa a pellet può essere collegata ad un impianto caldaia esistente, previo inserimento di uno scambiatore di calore tra i due circuiti. Oltre a riscaldare i termosifoni, la termostufa a pellet può produrre, opzionalmente, l'acqua sanitaria. Il kit gruppo sanitario, la cui installazione è necessaria per il riscaldamento dell'acqua, prevede l'allacciamento di un boiler di accumulo di almeno 80 litri.

QUALI VANTAGGI PRESENTA UNA TERMOSTUFA A PELLET

La termostufa a pellet rappresenta oggi una valida alternativa ai sistemi di riscaldamento tradizionali in quanto offre prestazioni ed efficienza come le tradizionali caldaie, ma ad un osto più basso grazie al minor costo del combustibile pellet, che viene prodotto pressando un materiale povero ed ecologico come gli scarti della lavorazione del legno non trattata (la segatura). Data la natura e la tipologia del combustibile, il pellet permette di avere una notevole autonomia di esercizio. Una carica di combustibile dura da alcune ore a 2 giorni, attraverso l'accensione elettronica ed il cronotermostato settimanale.